logoceliberti-min2
Atessa02
09/05/2019, 17:28



Quali-sono-i-tipi-di-birra:-la-guida


 Se ami la birra, allora devi imparare anche a riconoscerla, per non farti mai trovare impreparato. Ecco quali sono i tipi di birra più diffusi.



Quali sono i tipi di birra: la guida


Non ci sono cattive birre. Alcune hanno semplicemente un gusto migliore di altre.(Billy Carter)

Noi lo sappiamo bene: esistono tanti tipi di birra diversi, sia artigianali che industriali. Ognuno con un gusto particolare e determinate caratteristiche. Da abbinare ai cibi, oppure di cui godere in altri momenti della giornata. La birra è ricca di minerali e vitamine e le sue qualità sono note fin dall’antichità: inoltre ha meno calorie rispetto ad altre bevande e quindi può essere consumata- seppur con moderazione- senza troppi sensi di colpa! Se ami la birra, allora devi imparare anche a riconoscerla, per non farti mai trovare impreparato. Ecco quali sono i tipi di birra più diffusi.

Lager 


Le birre lager sono a bassa fermentazione e soprattutto chiare, non molto amare. Nate in Germania, racchiudono diverse tipologie. La più diffusa è la Pilsner o Pilsener, frizzantina, rinfrescante e dalla gradazione di circa 5 gradi: chiara, luppolata e a volte anche speziata. Ma altri tipi di birra lager sono la strong, la Bock, la Doppelbock, la Helles.

Ale


La birra Ale è ad alta fermentazione ed è caratterizzata da aromi intensi e una gradazione medio-alta. Il suo colore può variare dall’ambrato al caramello. Tra le tipologie di questa birra troviamo l’American, l’European e la British Ale. Ma anche l’Indian Pale Ale e la Stout, solitamente nera, dove prevalgono il marzo tostato e l’orzo, con sentori di caffè, cacao e liquirizia.  

Lambic


La birra Lambic è contraddistinta da una fermentazione spontanea in botti di legno. Di origine belga, ha un sapore acido e un aroma piuttosto complesso: il grado alcolico è di solito molto basso. Le birre Lambic possono essere tradizionali oppure alla frutta, di tipo Gueuze e Faro.

Weiss e Trappiste: le più amate tra le birre Ale


Tra i tipi di birra Ale, quindi ad alta fermentazione, la Weiss (o Weizen) e la Trappista sono tra le più conosciute e apprezzate. Il termine "Weiss" significa "bianca" in tedesco, che sta a indicare il colore della sua schiuma; mentre "Weizen" significa "frumento". Sono infatti questi i due elementi caratteristici di questa birra: è prodotta con frumento (la percentuale di luppolo è abbastanza bassa) e viene servita in bicchieri dalla forma allungata proprio per valorizzarne la schiuma. Corposa e torbida, ha un sentore di banana, erbe, agrumi e anche chiodi di garofano. La Weiss però non va confusa con la Blanche, che ha lo stesso significato - "bianco" in francese- ma è belga. Hanno delle caratteristiche comuni, però la Blanche è più fresca speziata. Inoltre le tipologie di lievito usate per produrle sono differenti. 
La birra trappista ha una peculiarità fondamentale: è realizzata all’interno di un monastero o da monaci trappisti, oppure devono essere da loro supervisionate. Hanno una gradazione alcolica che va dai 5 gradi in su.

Amare una bevanda dissetante e fresca come la birra è semplice, soprattutto perché di tanti tipi differenti: basta solo trovare quella che più si addice ai tuoi gusti!

Nel nostro BeerShop puoi trovare:

ALE

LAGER

LAMBIC

TRAPPISTE

WEISS

BLANCHE :


16/01/2019, 21:13

GENZIANA, GENZIANA DEL DRAGO



Il-liquore-di-genziana--perfetto-per-ogni-occasione
Il-liquore-di-genziana--perfetto-per-ogni-occasione


 La genziana è senza dubbio il liquore abruzzese più famoso. Ricavato dalle radici della pianta Genziana maggiore, che cresce sulle pendici del Gran Sasso ma anche in altre zone della regione, è un prodotto tradizionale molto amato.



La genziana è senza dubbio il liquore abruzzese più famoso. Ricavato dalle radici della pianta Genziana maggiore, che cresce sulle pendici del Gran Sasso ma anche in altre zone della regione, è un prodotto tradizionale molto amato. Sia per il suo sapore unico, leggermente amarognolo; sia perché è un ottimo digestivo, da gustare ghiacciato a fine pasto. La genziana del Drago link ha poi una caratteristica in più: un ingrediente segreto che lo rende un liquore ancora più piacevole al palato e adatto a tutti.

Storia e proprietà benefiche della genziana


La genziana è una pianta erbacea che fa parte della famiglia delle "Gentianaceae", diffusa su Alpi e Appennini tra i 1000 e i 2200 metri d’altitudine. Sono più di 300 le specie esistenti, con diversi colori dei fiori. La più diffusa, utilizzata per produrre il famoso liquore, è la Genziana maggiore o lutea. Contraddistinta da un fusto che può anche superare il metro di altezza, foglie verdi, caratteristici fiori gialli e un odore dolciastro, la Genziana maggiore è una specie protetta e la sua raccolta è vietata. Estirparla dal suo ambiente significa commettere un reato penale, ma anche mettere in pericolo la pianta stessa: raccogliere le radici potrebbe infatti anche compromettere la sopravvivenza della specie. 

Le proprietà della genziana sono conosciute fin dall’antichità. Secondo quanto documentato da Plinio e Dioscoride, il nome deriverebbe da Gentius, re dell’Illiria (180-167 A.C.), che per primo scoprì le sue ottime qualità terapeutiche. Sembra infatti che Gentius avesse utilizzato la radice di genziana macerata e poi bollita per curare una febbre alta. Venne usata, fino al Medioevo, anche come antidoto contro i veleni. Ma i benefici della genziana non si fermano di certo qui. Oltre a favorire la digestione, stimolando la produzione di succo gastrico, rinforza anche il sistema immunitario e regola le funzionalità epatiche. Inoltre stimola l’appetito e risulta anche un valido alleato contro l’anoressia; ha proprietà astringenti, antifermentative e vermifughe. Una pianta davvero preziosa, simbolo dell’Abruzzo e delle sue usanze. Nel linguaggio dei fiori e delle piante, il termine "genziana" significa "determinazione". Una pianta in grado di sfidare località impervie pur di germogliare e vivere.

Come si produce il liquore di genziana?


Acquistando le radici in erboristeria, la genziana può anche essere prodotta in casa lasciandole riposare 40 giorni nel vino bianco all’interno di un contenitore di vetro, per poi aggiungere alcool e zucchero. Ma la genziana del Drago, subito pronta e con i suoi ingredienti di qualità, può assicurare il gusto che serve per dare quel tocco in più a pranzi, cene e anche ai momenti da trascorrere in piacevole compagnia, con amici e parenti.

La genziana del Drago è da assaporare e apprezzare in tutti i suoi molteplici aspetti. Uno dei  prodotti tipici d’Abruzzo in grado di superare i confini della regione per confermarsi una bevanda gustosa, delicata e in grado di richiamare colori e sapori della terra che l’ha saputa esaltare. Graditissima anche come regalo e delizioso "souvenir".


1

VUOI ACQUISTARE?

COMPILA IL FORM

logoceliberti-min2

LIQUORI DEL DRAGO

 

AMARO ABRUZZESE

GENZIANA ABRUZZESE

RATAFIA ABRUZZESE

BLOG

 

 

 

 

Ingrosso di bevande ad Atessa

 

CELIBERTI BEVERAGE @ 2018 

Contrada Saletti, Atessa (CH)

P.IVA 01986090692

info@celiberti.it

 

Tel. +390872888130​

REA: CH143297 

COOKIE POLICY  I PRIVACY POLICY

TERMINI E CONDIZIONI

MODALITA' DI PAGAMENTO 

MODALITA' DI SPEDIZIONE


facebook
instagram
Create a website
$("myElement").addEvent("click", function(){ var SM = new SimpleModal({"btn_ok":"Confirm button"}); SM.addButton("Action button", "btn primary", function(){ alert("Add your code"); this.hide(); }); SM.addButton("Cancel", "btn"); SM.show({ "model":"modal", "title":"Title", "contents":"Your message..." });